Orgogliose_di_essere_donne

“Orgogliose di essere donne …malgrado tutto”. Di Cinzia Prinari

Orgogliose_di_essere_donne

Detenzione, consapevolezza e dignità descritte con tratto leggero da Cinzia Prinari: “Orgogliose di essere donne …malgrado tutto”

Quando pensai a questo progetto, quello che poi è diventato “il quaderno di Lucia” non avrei mai immaginato in quale oasi di umanità e poesia mi sarei imbattuto entrando in contatto con delle detenute. Si, oasi è la parola che rende meglio leggendo le loro lettere: donne ristrette in una realtà di grigiore che nonostante tutto parlano di emozioni, di sentimenti, di solidarietà, di affetto. Possono essere 1000 le ragioni che le hanno condotte a questa situazione, a me non interessano: nel bene o nel male, qualcuno più autorevole di me si è assunto la responsabilità di giudicare. Io posso solo ascoltare e condividere, portare fuori le loro voci senza aggiungere nulla, ma quello che mi rimane dentro, ascoltandole, difficilmente potrei trovarlo così puro nel mondo dei “liberi”: sono donne che conoscono la sofferenza, che sono consapevoli e che non si arrendono, come conclude Cinzia: [bctt tweet=”“Orgogliose di essere donne …malgrado tutto””]

Mi presento a voi, mi chiamo Cinzia, non sono molto orgogliosa di me, tant’è vero che mi trovo in carcere per via di alcuni errori! Quando si entra qui si ha sempre il tempo di riflettere, qui l’unica cosa che non manca mai è proprio il tempo anche se, grazie all’officina di “Made in Carcere”, riesco ad impiegarlo in modo molto costruttivo e sono orgogliosa di me perché molti errori fatti sono stati dovuti dal mio modo di pensare e credere di non saper fare nulla, ma qui dentro ho trovato persone che sono state capaci di tirare fuori il meglio di me! Mi trovo a condividere le mie giornate con delle persone che mi fanno sentire come in una grande famiglia, sono tutte delle persone speciali, ognuna di noi ha la sua storia, siamo donne, donne che hanno lasciato a casa genitori, figli ed è un dolore che traspare dai propri occhi anche se cerchiamo di mascherarlo con dei sorrisi per incoraggiarci l’una con l’altra! E’ strano pensare che il dolore ci da la forza di affrontare ogni singola giornata! Mentre lavoriamo con la testa china ci sono momenti di silenzio e i nostri pensieri sono fuori …persone diverse che si ritrovano unite nei sogni, si evade per raggiungere i nostri affetti! Per chiunque il martedì è solo un giorno qualsiasi, ma non per noi perché è un giorno speciale: aspettiamo un agente che ci chiama per comunicarci il colloquio! Una parola fredda, ma per noi è un abbraccio al cuore perché per un’ora abbiamo vicino ciò che ci è più caro al mondo! Un’ora che compensa le sofferenze di una settimana d’attesa. Sono loro che ci tengono vive in un posto freddo avvolto nel grigiore di ferro e cemento! Eppure ci sono momenti che anche in un posto tetro come questo si illumina di mille colori e il sole riesce a filtrare nel cemento. Un giorno ho avuto la fortuna di vedere una stella entrare in questo posto: aprendosi una porta ho trovato un fagottino di appena due chili nelle braccia di una principessa, era il mio nipotino, era nato da pochi giorni e solo Dio sa la gioia che ho provato, emozioni che non si possono spiegare a parole, le devi vivere per capirle! Lo guardavo …era così piccolo, ma per me così grande che mi ha preso il cuore! Dopo un’ora questa magia era svanita, si è richiusa la porta alle mie spalle e in quel momento ho ritrovato quel vuoto con tutto il suo grigiore! Un’esperienza che mi ha fatta felice e nello stesso tempo così tanto male, ma di una cosa sono certa adesso, so ciò che voglio: quando finirò di saldare il mio debito torno a casa, il mio posto è accanto a loro. Ritorno al lavoro …guardo le mie compagne …so che un giorno le nostre strade si divideranno, ma le terrò sempre nel mio cuore, saranno i miei bei ricordi che porterò con me oltre queste mura, saprò di pensarle vicino ai loro cari! E non c’è niente di più bello, per chi, come noi che ha conosciuto lo strazio di essere state lontane per così tanto tempo. Orgogliose di essere donne …malgrado tutto

Cinzia Prinari

carcere di Lecce

Cinzia-1Cinzia-2

 

 

Benvenuto e grazie per il tuo contributo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: