Privacy Policy
Dedica_a_mia_figlia

Progetto carceri, Il quaderno di Lucia: dedica a mia figlia

 

 

 

Dedica_a_mia_figlia

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal Progetto Carceri al “Quaderno di Lucia”, quando la scrittura apre tutti i cancelli

Premessa: il Progetto Carceri nasce all’incirca un anno fa da un’idea condivisa dal sottoscritto e da Leopoldo Di Nanna, avvocato penalista dalla immensa sensibilità che ha trasformato la sua professione in un impegno civile: la difesa dei più deboli, degli emarginati, di coloro che non hanno voce, fondando un’associazione, Forza dei Consumatori, fortemente impegnata nella tutela dei diritti , tutti e di tutti. E’ grazie a lui che questo progetto ha potuto vedere la luce, pur nella sua modestia ed è grazie a lui che ho conosciuto Lucia, una detenuta che sconta una pena gravissima determinata da un processo che presenta degli aspetti non sempre molto chiari. Ma non è questo il punto, in questo sito ci occupiamo solo dell’aspetto umano della faccenda, quello legale è compito esclusivo degli esperti, volevo solamente introdurre Lucia Bartolomeo con la quale oramai ho un regolare rapporto di corrispondenza e che ha deciso di farci da “redattrice” da quel mondo infernale che troppo spesso tentiamo di ignorare, il carcere, e così inauguriamo questa nuova sezione a lei dedicata, “Il quaderno di Lucia” in cui lei stessa è autrice e protagonista dei suoi pensieri che vuole raccontare al di fuori di quelle grigie mura, suoi e delle sue compagne. Convinti che si possono imprigionare i corpi, non le idee e che tutti, ma proprio tutti, abbiano il sacrosanto diritto ad una seconda possibilità, compiamo un primo passo e pubblichiamo questa bellissima lettera di una Mamma a sua figlia, una lettera di luce che la mia cara amica mi ha inviato da oltre quel muro

Documento acquisito-2

Dedica a mia figlia 19-11-2001, il giorno, il mese e l’anno in cui è sbocciata una rosa dal colore bianco come la neve, dal profumo delicato, i suoi petali velluto incantato. Quel giorno finalmente sei arrivata al mondo, ma il tuo cammino per raggiungermi è iniziato già da sempre nei miei sogni, sei stata presente in ogni attimo di vita nel mio cuore pur non essendo ancora nata e quando sei giunta nella mia esistenza io sono nata con te due volte. Il tuo sorriso è l’essenza del mio essere, il tuo abbraccio è il sole che riscalda la mia anima, la tua voce è il vento che accarezza la mia pelle. Il pensiero di te mi rende viva e mi fa apprezzare i colori dell’arcobaleno, il verde dei prati, l’azzurro del cielo e l’infinità del mare. Il tuo viso è bello come la luna piena che illumina la notte, i tuoi occhi splendono come lucciole, i tuoi capelli leggeri come le onde degli oceani. Ho sentito il tuo nome sussurrato al mio orecchio come dolci note di una canzone d’amore, nel mio cuore e nella mia mente attraverso la vita, quando nei miei sogni mi venivi a cercare. Ho chiuso gli occhi e ho visto il mare e guardando le sue onde che cullavano i miei pensieri ho avuta impressa davanti a me la splendente bellezza del tuo viso, la sabbia sotto le dita, l’aria, il vento, la forza magica dell’amore di una madre per sua figlia e di sua figlia per la madre. Ho visto il coraggio e nel coraggio la speranza nel futuro e nel futuro la speranza di una vita migliore. Abbiamo nascosto il nostro splendore sotto macigni di sofferenza, ma rialzandoci abbiamo cantato di gioia. Ti ho sempre amata nei miei sogni, il tuo amore è sempre presente in ogni gesto, in ogni attimo, in ogni ricordo, in ogni tuo sorriso. Ti voglio bene Alessia La tua mamma

P.S. questo progetto è aperto a chiunque voglia raccontare, descrivere o commentare quello che avviene al di là di quella impenetrabile barriera che è il carcere. Per farlo, anche in forma anonima, potete contattare info@forzadeiconsumatori.it oppure pulpitof@gmail.com

Benvenuto e grazie per il tuo contributo

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: