Organizzazione_mondiale_della_sanità

Ebola, l’OMS ammette le proprie responsabilità


Organizzazione_mondiale_della_sanità

L’OMS ammette le proprie responsabilità nel gestire l’allarme Ebola

“Risposta non adeguata al virus Ebola”, così si giustifica l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). E’ quanto si apprende dalla bozza di un documento interno alla stessa organizzazione ottenuto dall’Associated Press. “a failure to see that conditions for explosive spread were present right at the start”(un fallimento nel non vedere che le condizioni per la diffusione esplosiva erano presenti fin dall’inizio).
L’OMS non commenta il documento limitandosi a questa laconica dichiarazione: “I dettagli inclusi non saranno discussi fino a quando il documento non sarà completo e i fatti chiariti e provati. Siamo per la trasparenza e la responsabilità e pubblicheremo quando tutti i fatti saranno controllati. Quasi tutti non si sono accorti che una tempesta perfetta stava arrivando, pronta ad aprirsi in tutta la sua forza”
Di fronte a tale affermazione non si può che rimanere basiti: se la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità non è stata in grado di prevedere che il virus Ebola sarebbe stato in grado di sfuggire ai controlli sanitari nelle regioni colpite allora siamo messi male. In quale istituzione dobbiamo credere oramai? Forse affidarci alla fede (per chi ce l’ha)? Oppure sperare in qualche sciamano che ci prepari un amuleto? Giusto ieri in queste pagine si parlava dei dubbi che la gestione del virus Ebola potesse essere funzionale ad una forma di controllo sociale, ma da quanto emerge dal comunicato dell’Associated Press la cosa è ancora più drammatica: ammettendo, anche per assurdo, che dietro alla diffusione del virus ci possano essere degli interessi economici e politici, il fatto che un’organizzazione che dovrebbe essere trans nazionale e composta da esperti di comprovato valore scientifico non sia stata in grado di prevedere un fatto talmente evidente, cioè che un virus non è un elefante che scappa da un circo, facilmente rintracciabile per la sua mole, ma ma una cosa minuscola, infinitesimale, microscopica è agghiacciante.
In attesa della prossima comunicazione dell’OMS si può prevedere che le responsabilità verranno attribuite ad una cattiva gestione delle informazioni, forse cadrà qualche testa importante, ma nel frattempo sono già morte quasi 5000 persone e non siamo in grado di fare previsioni per il prossimo futuro

Benvenuto e grazie per il tuo contributo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy